DINTORNI

Montepulciano

MONTEPULCIANO

Montepulciano si trova al centro di quella zona del sud senese che comprende la Val d’Orcia la Valdichiana e, in parte marginale, le Crete Senesi.
Perciò, chi pernotta a Montepulciano, in breve tempo può raggiungere le principali città d’arte quali Siena, Firenze, Cortona, Pienza, Montalcino, San Quirico d’Orcia, Orvieto, Lago Trasimeno, l’oasi LIPU del lago di Montepulciano e le tombe Etrusche di Chiusi.
Dal punto di vista artistico Montepulciano, denominata la Perla del ‘500 per le numerose opere lasciate dai grandi architetti del Rinascimento, offre una settimana intensa, utile ad immergersi in un passato ricco e potente. Il principale dominatore di Montepulciano fu infatti Firenze, con i suoi ricchi Nobili e con Lorenzo il Magnifico, che oltre a far prosperare economicamente la città, la fece fiorire anche dal punto di vista culturale, assumendo alla propria corte un nostro concittadino, Agnolo Ambrogini detto “Il Poliziano” perché nato nella nostra ridente Cittadina.
Il paesaggio che si apre tutto intorno a Montepulciano toglie il fiato e nella immensità regala quel pizzico di fascino che solo un luogo magico è capace di infondere, tra colline, vigneti, laghi in lontananza, uliveti, casolari sapientemente ristrutturati e ameni paesini antichi.
Dobbiamo dire che Madre Natura è stata generosa con il nostro territorio in quanto ha fatto si che dai vitigni collinari nascesse uno dei più famosi vini del mondo, il Vino Nobile di Montepulciano che insieme al Vino Brunello di Montalcino e al Vino Chianti della zona di Siena e di Firenze forma un trio davvero insuperabile per lo sviluppo enogastronomico del nostro territorio, aumentato altresì dal prestigio della famosa carne chianina, del pecorino di Pienza e dell’olio extra vergine di oliva.
Tutte le più famose specialità culinarie si possono gustare presso i numerosi ristoranti, trattorie e vinerie che affollano il centro storico, abbinandole con famosi vini rossi di varie annate, che infondono quel pizzico di ebbrezza che rende maggiormente piacevole il soggiorno.
Dunque vi aspettiamo a Montepulciano per farvi riscoprire antichi sapori perduti, ma anche per nutrire lo spirito con un infuso d’arte e cultura.

Chianciano

CHIANCIANO TERME

Sicuramente una delle località termali più famose ed importanti d’Italia; peraltro sempre alle acque, è probabilmente legata la presenza di un significativo insediamento umano che avrebbe costituito un grosso centro etrusco-romano. Importante testimonianza al riguardo è il ritrovamento di un monumentale complesso termale in corso di scavo nella centralissima località “Mezzomiglio”. Moltissimi altri reperti di epoca etrusca e romana, alcuni dei quali di recente scoperta sono visibili nel Museo Civico Archeologico “Delle Acque”. La città turistico-termale è sorta attigua alla vecchia Chianciano medievale che racchiude in sé i piccoli tesori dell’arte romanica e rinascimentale: alcuni di questi tesori – come dipinti di scuola Senese e Fiorentina, di seguaci di Duccio di Buoninsegna e Arnolfo di Cambio – è possibile ammirarli nel Museo di Arte Sacra presso il Palazzo dell’Arcipretura. Chianciano è situata a circa 550 metri s.l.m. immersa in grandi boschi di querce, faggi, lecci e castagni, tra la Valdichiana e la Val d’Orcia dove, unitamente all’ambiente tipicamente toscano, possiamo ancora ammirare bastioni, rocche castelli e abbazie. Questo ambiente, ancora incontaminato, fa da corona alle famose sorgenti termo-minerali; Chianciano Terme offre dunque tutti i vantaggi climatici e turistici derivanti dalla sua posizione geografica.

Pienza03

PIENZA

In origine “Castello di Corsignano”, Pienza prese il nome attuale in onore del Papa Pio II Piccolomini, che ne avviò, nella seconda metà del ‘400 la ristrutturazione con la quale si tendeva a concretizzare l’immagine utopica di città ideale. Tutto il borgo è un piccolo gioiello da vedere, ma in particolare bisogna soffermarsi nel Duomo, che raccoglie oper di Giovanni di Paolo, Matteo di Giovanni del Vecchietta, di Sano di Pietro; vi è pure un altare marmoreo attribuito al Rossellino, l’architetto che ebbe da Papa Pio II l’incarico di ridisegnare la città. Adiacente al Duomo vi è il “Museo Diocesano”, dov’è possibile ammirare opere della scuola del Sodoma e di Sano di Pietro, arazzi fiamminghi del ‘400 e ‘500. A pochi metri è invece il bellissimo Palazzo Piccolomini, edificato su disegno del Bronzino e del Beccafumi. A valle del paese si sviluppa il paesaggio incantevole del “Parco Artistico Naturale e Culturale della Val d’Orcia”, con calanchi, campi ondulati e le famose balze cretacee.